carla_e_daiana_in_vacanzaCarla e Daiana in vacanza... da sole!

Sono le cinque del pomeriggio di una giornata piena di sole. Sul piazzale sterrato si affollano automobili e camper, gruppetti di ragazzi, famiglie e montagne di bagagli. Urla e richiami si sovrappongono in una confusione spaventosa.
Qualcuno, schermandosi gli occhi con la mano, guarda oltre la folla e le macchine, e osserva il panorama, che è fantastico. A poche centinaia di metri il torrente Pellice corre via deciso verso il fondo della vallata. Sullo sfondo, le Alpi Cozie, così vicine che sembra quasi di poterle toccare,  si innalzano appuntite e scure, e il rumore del piazzale stride contro quelle masse silenziose e immobili.
Due ragazzi in maglietta verde, calmi e rilassati come se stessero prendendo il sole sul bordo di una piscina, controllano gli arrivi, spulciando i nomi da un elenco. Sono due dei responsabili del Campus Estivo Vacanze Verdi e stranamente sembrano avere tutta la situazione sotto controllo. Fra meno di un’ora tutti i ragazzi saranno stati presi in consegna, divisi in gruppi e sistemati nei bungalows, mentre le loro famiglie saranno già ripartite.
Carla sta cercando disperatamente la sua amica del cuore, Daiana.
- Non la vedo, mamma! Ti dico che non c’è...
- Se non la smetti di agitarti giro la macchina e ti riporto indietro.
- Uffa. Però non la vedo lo stesso.
- Quella signora là con la maglia blu non è la mamma di Daiana?
- Quale? Ah, sì. Eccola! DAIANAAAAAA!
- CAAARLAAA!
- Carla, dove vai? Aiutami a scaricare i bagagli... - protesta sua madre. Ma Carla è già corsa via. Ha aspettato per mesi quella vacanza, e ora che il momento è arrivato si sente emozionata come mai nella sua vita.

Submit to FacebookSubmit to Google Plus