uno_gnomo_nell_orecchioUno gnomo nell'orecchio

Da parecchi giorni in camera di Federico c’era uno strano odore. Era un odore di muschio, di terra umida, di legno bagnato.
- Che puzza! - diceva la mamma di Federico entrando. - E dire che ho appena lavato il pavimento. Mica sarai tu, Federico? Stasera fai il bagno.
- Io non sento niente – rispondeva Federico annusando l’aria.
In realtà Federico quell’odore lo sentiva benissimo, ma poiché non capiva da dove venisse, preferiva far finta di niente. Non poteva mica continuare a fare il bagno un giorno sì e uno no.
- Magari è qualcosa che ho dimenticato in una tasca - si era detto.
E allora, anche se era una cosa faticosissima e lui detestava le cose faticose, aveva frugato dappertutto: pantaloni, giubbotti, zaino, cassetti.
Con l’occasione erano saltate fuori decine di oggetti utilissimi che credeva di aver perso, e quindi era molto soddisfatto della sua ricerca.
Però non c’era nulla che avesse quell’odore.
La puzza aumentava. Ma dopo un po’ agli odori ci si abitua.

Submit to Facebook