I fratelli Wilson e la porta magica

Pubblicato da Lilith in Fantasy

i_fratelli_Wilson_portaDedicato a un pubblico di giovani lettori e di adulti che si lasciano ancora affascinare dall’avventura fantastica, il nuovo romanzo di Anna Vivarelli, I fratelli Wilson e la porta magica va ad arricchire la già corposa bibliografia dell’autrice. Pubblicando questo libro, Edizioni Piemme fa rivivere una tradizionale leggenda romana attraverso una storia fresca e scorrevole, che racconta le pericolose avventure dei tre intraprendenti fratelli Wilson alle prese con una misteriosa e leggendaria porta magica, e con le ambizioni di inimmaginabili nemici…

I tre abitano con la severa e brontolona nonna Virginia in una vecchia casa situata nel centro storico di Roma. In seguito a una conversazione ascoltata furtivamente da due stravaganti personaggi, Samuel, Brian e Margareth vengono a conoscenza di un’antica porta di pietra, di un potente e occulto alchimista e di un prezioso tesoro nascosto. Coraggiosamente i tre fratelli si tuffano in un’avventura ricca di colpi di scena e di risvolti inquietanti, e se da principio sembrava solo un gioco, pian piano tutto si trasforma nell’esperienza fatale che segnerà la loro vita… I fratelli Wilson e la porta magica mescola alla trama dai toni fantasy ambientazioni reali e legate a uno dei luoghi più enigmatici della capitale: la Porta Alchemica, detta anche Porta Magica o Porta dei Cieli, situata all’interno dello splendido parco di piazza Vittorio. A questa porta sono legate una serie infinita di leggende e miti, ma la più significativa è quella riguardante villa Palombara e l’alchimista Francesco Giustiniani Bono, che si dice proprio nella villa del marchese Palombara trovò il mezzo per produrre oro, per poi sparire per sempre dopo aver varcato la soglia della porta magica. A testimonianza della “preziosa” scoperta, prima di scomparire Giustiniani Bono lasciò una pergamena piena di enigmi e simboli magici che doveva contenere il segreto della pietra filosofale. Questa infatti, nonostante aromi potteriani ci portino a pensare ad altri utilizzi, era il vero mezzo della mutazione dei metalli: fin troppo naturali, quindi, gli interessi che muovono l’intreccio di un libro che i giovanissimi sapranno apprezzare.

www.cinemaevideogiochi.com

Submit to FacebookSubmit to Google Plus